Decreto istitutivo delle Scuole di Agricoltura e di Chimica

VITTORIO EMMANUELE RE D’ITALIA

IL GENERALE GARIBALDI  DITTATORE DELLE DUE SICILIE

Il Governo Pro-Dittatoriale Lucano.

Sulla proposizione del Direttore della Pubblica Istruzione, Agricoltura, Industria e Commercio, del Servizio Forestale, e della Salute Pubblica. Udito il Consiglio de’ Direttori;

Decreta

1.° Il Decreto del cessato governo dei 20 giugno 1850, che affidava ai Padri Gesuiti l’amministrazione, la disciplina, e l’Istruzione del Collegio di Potenza è rivocato.
2.° Riconosciuta l’impossibilità di aprire per ora il convitto per mancanza di conveniente locale, l’Amministrazione civile curerà che pel prossimo venturo mese di novembre siano aperte le scuole per gli alunni esterni.
3.° Sarà fatto nel più breve termine un Regolamento provvisorio, secondo il quale saranno regolate le scuole di scienze e lettere. — Il Direttore dell’officio per la formazione di tal Regolamento si porrà di accordo con Francesco Coronati già Rettore del Collegio nel 1848.
4.° Nella compilazione del Regolamento si baderà che l’istruzione corrisponda a’ bisogni della civiltà e del progresso.
5.° Saranno aggiunte al Collegio le Scuole di Agricoltura, e di Chimica applicata alle arti.
6.° Nel più breve termine possibile sarà definito quanto riguarda la costruzione del locale del Collegio.

Potenza, il dì 31 Agosto 1860.

I Pro-Dittatori : Nicola Mignogna — Giacinto Albini. — Il Direttore del 5° Officio : N. Alianelli. Il Presidente della Giunta Centrale di Amministrazione: F. A. Casale.

Dal Corriere Lucano n.3 -28.8.1860 ___ Scuole comunali di Scienza agronomica

Indice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *